La Banda dei Brocchi di Jonathan Coe

Berlino, Germania, 2003, due giovani, Sophie e Patrick si incontrano per caso e non avendo altro in comune che il passato dei rispettivi genitori, iniziano un viaggio indietro nel tempo che inizia in Inghilterra, a Birmingham, nel 1973.

 Trotter, Harding, Anderton e Chase sono i quattro protagonisti di questa storia che racconta la loro adolescenza testimone di alcuni eventi storici che hanno visto protagonista l’Inghilterra: lotte sociali, il terrorismo dell’IRA, l’avvento del thatcherismo e soprattutto la fine di un’era musicale e la nascita di una nuova, il progressive che lascia il posto al punk. E’ la musica la componente fondamentale di questo libro in grado di suggerire brani intramontabili e non sempre noti, di quell’epoca, a fare da colonna sonora alle vicende dei quattro ragazzi. Sogni e speranze, amori e dolori; Coe riesce con molta leggerezza a renderci partecipi delle emozioni e delle situazioni di questo gruppo sgangherato di amici. Una storia in grado di appassionare e far riflettere attraverso episodi di una vita tranquilla, comune, nella quale il lettore può facilmente immedesimarsi. Un libro senza vie di mezzo, o lo si ama o lo si odia; e se dovesse piacervi ma alcune cose vi fossero ancora poco chiari(oh si! il finale è tanto bello quanto enigmatico), bé non preoccupatevi Circolo chiuso (2004) soddisferà ogni vostra curiosità, ma magari su questo ci torneremo un po’ più in là.

Buona lettura!

Educazione Di Una Canaglia di Edward Bunker

Sono le esperienze quelle che tracciano il profilo definitivo di una qualunque persona. E quelle di Edward Bunker, scrittore, sceneggiatore, attore ed ex-criminale nato ad Hollywood nel 1933, raccontano di un uomo che, fin dalla tenera età di cinque anni, ha sempre dovuto fare i conti con il proprio destino: i genitori, i collegi, i riformatori, le carceri, la strada e i bassifondi di una Los Angeles che oggi non esiste più. Un intero universo che, per un motivo o per un altro, ha sempre avuto contro, ma dal quale, sbagliando e infrangendo la legge, si è sempre difeso.
Con questo libro, l’autore per la prima volta si racconta e permette ai lettori di conoscere il suo mondo nudo e crudo, così, senza barriere né finzioni: dal primo ingresso nella prigione di San Quentin, a diciassette anni, alla carriera di scrittore. Sia che dialoghi con un pluriomicida condannato alla camera a gas, sia che nuoti tra i marmi di una sfarzosa piscina a San Simeon in California, sia che decida, nel buio di una cella di isolamento, di diventare scrittore, Edward Bunker ripercorre semplicemente la sua parabola. Il risultato è agghiacciante, se vogliamo, ma straordinario al tempo stesso, perché carico di una certa morale e portatore di una pura verità: ognuno di noi deve lottare, contro ciò che lo circonda, ma soprattutto contro se stesso. Sbagliare è il prezzo da pagare, ma è forse l’unico modo per dare un senso alla propria esistenza.
Un’autobiografia che colpisce, come un (dolce) pugno nello stomaco.

Edward Bunker è stato autore di alcuni libri tradotti in tutto il mondo tra i quali non si può non ricordare Come una bestia feroce (2001) dal quale è stato tratto il film Sorvegliato Speciale con Dustin Hoffman.

Tutto Per Una Ragazza di Nick Hornby

Appassionati di skate e amanti di storie complicate fatevi avanti, o meglio andate in libreria a comprare “Tutto per una ragazza”. Perché? Bé, prendete Nick Hornby, autore di libri come Alta fedeltà e Febbre a 90°, con la sua incredibile capacità di parlare ai giovani nonostante un corpo da cinquantenne, aggiungete, un ragazzino, Sam, con la passione per lo skate, in particolare per Tony Hawk, e una voglia matta di esser il primo nella sua famiglia ad andare all’università e non incappare nella maledizione di avere figli a 16 anni, fategli incontrare una bella ragazza di nome Alicia ,pronta a scombinargli la vita, ed ecco a voi un romanzo divertente, avventuroso e riflessivo. A fare da contorno alla storia di Sam ci sono: la madre, con i suoi fidanzati, i suoi compagni di skate e soprattutto lui, Tony Hawk, in formato poster, e il suo libro, vera e propria bibbia per Sam. Una lettura leggera, capace di far riflettere e ridere grazie alla facilità con cui Hornby riesce a cogliere sentimenti e pensieri dei lettori, in grado di raccontare la sgangherata storia di un sedicenne come fosse sua.

La Notte Del Drive-In di Joe R. Lansdale

Alzi la mano chi non ha letto La Notte del Drive-In. Ebbene… male. Anzi, malissimo. Perché Joe R. Lansdale, scrittore texano, è uno degli autori contemporanei più interessanti che ci siano e perché questo libro rappresenta probabilmente la sua opera fantascientifica/noir più riuscita.

Il posto è casa sua: il Texas. Ci sono Jack, Bob, Willard e Randy, quattro adolescenti che non aspettano altro che la Grande Nottata Horror. E poi c’è lui, l’Orbit, il più grande drive-in che possiate immaginare, bello largo e stracolmo di gente. Il maxischermo sta proiettando Utensili per l’omicidio, un film nettamente di serie B, quando una cometa, rossa e veloce, oscura il cielo stellato. Da quel momento tutto cambia: l’Orbit viene circondato dalle tenebre, le persone impazziscono, compaiono strani personaggi – come il Re del Pop Corn, Banditore, il predicatore pazzo Sam e sua moglie Mable – e la storia si evolve rapidamente in un vortice di sangue, omicidi, cannibalismi e violenze varie, tutte rigorosamente accompagnate da una cornice di delirante fantascienza.
Nella versione curata da Einaudi potete trovare, nello stesso libro, anche Drive-in 2, ossia il sequel, nel quale gli eroici sopravvissuti dell’Orbit saranno costretti a fare i conti con un mondo che, dopo la cometa rossa, è definitivamente cambiato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: